Cerca
  • Tosca Design

Guida alla scelta del piano cucina

Oggi è sempre più importante abbinare alla propria cucina un piano che sia efficiente in termini di funzionalità e design.

I principali criteri di scelta di un piano di lavoro per cucina sono il materiale, le caratteristiche tecniche e lo spessore. Questa guida fornisce alcuni suggerimenti ed informazioni utili che vi orienteranno nella vostra scelta affinché possiate fare l’acquisto di un prodotto adatto alle vostre esigenze.

I punti chiave sul quale è utile focalizzarsi sono:

  • MATERIALI

  • CARATTERISTICHE TECNICHE

  • SPESSORE DEL PIANO

  • DESIGN


Quale MATERIALE scegliere per la propria cucina?


Per decidere quale sia il materiale più adeguato alle proprie esigenze è necessario conoscere le caratteristiche specifiche di ogni materiale. I piani di lavoro più usati per l'ambiente cucina sono in pietra, quarzo, vetro, marmo, il gres porcellanato (ceramica) e hpl (laminato).

Esistono poi piani in altri materiali, anche se poco usati, come legno, cemento, metallo e composito.


Ecco le principali CARATTERISTICHE TECNICHE dei materiali più usati per piani cucina:


I tipi di pietra utilizzati nella fabbricazione dei piani da cucina sono diversi, ma quelli più comunemente usati sono la pietra naturale (@Kproof) e il marmo.

Le pietre naturali rimangono tra i materiali più pregiati, indiscussamente belle e resistenti, offrono un’incredibile varietà di colori e forme. Noi vi proponiamo la soluzione di K-Proof. La lavorazione esclusiva K-PROOF®, rende le pietre Marmotex, già per loro natura altamente resistenti ad urti, graffi, completamente impermeabili, totalmente antimacchia, idonee al contatto con gli alimenti, facili da manutenere e durevoli nel tempo: questa linea è assolutamente unica nel suo genere.

E' un top cucina che garantisce la massima igiene ed anassorbenza. È resistente alle macchie di prodotti alimentari (quali ad esempio caffè, vino, limone, aceto, olio, etc), ai graffi, agli sbalzi termici e non è soggetto a variazioni cromatiche.

@k-proof

.......



I piani di lavoro in quarzo sono costituiti da un’altissima percentuale di quarzo naturale, uno dei minerali più preziosi in natura, e da piccole quantità di vetro e altri materiali, aggiunti al composto per creare texture dinamiche e brillanti, uniche nel loro genere.

Le caratteristiche principali di questa pietra sono un'elevata resistenza agli urti, ai graffi e alla ammaccature, infatti un piano in quarzo è più resistente di un piano in laminato o in granito, e vi sono meno possibilità di danneggiarlo durante il suo utilizzo. Altro importante vantaggio è la sua igienicità poiché il quarzo è un materiale non poroso, la cui consistenza garantisce elevatissimi standard igienici e antibatterici inoltre è antistatico (cioè non attira la polvere);

​Risulta semplice da pulire, basta infatti solo un panno morbido, acqua e sapone per un'efficace manutenzione ed è resistente ai detergenti e alle macchie: la sua superficie impedisce l'assorbimento dei liquidi più comunemente utilizzati in cucina. Attenzione però agli acidi e agli alimenti ad alto contenuto di acidità, che possono invece creare dei veri e propri aloni sul piano.


@santamargherita

......




Anche il vetro è utilizzato spesso come materiale di rivestimento per piani cucina, perché sempre elegante ed ideale in ambienti moderni. Un top della cucina in vetro si abbina bene a modelli con ante in cristallo, ma anche a cucine in legno, metallo, laminate o laccate, conferendo all’ambiente un tono minimale e sempre raffinato.

Il principale vantaggio di arredare la cucina con piani in vetro, è quello di unire ad un ottimo impatto estetico, facilità di pulizia, e caratteristiche igieniche notevoli, dovute alla non porosità del materiale. Inoltre l’utilizzo del vetro permette di dare ariosità gli spazi conferendo un senso di luminosità e leggerezza all’ambiente, ed è quindi ideale anche in cucine di piccole dimensioni.

Il vetro, infine, è un materiale totalmente eco-compatibile e riciclabile all’infinito; un tocco di stile dunque, con un occhio di riguardo per l’ambiente.

Da tener conto però che nonostante i moderni piani in vetro temperato siano dotati anche di una buona resistenza agli urti e quindi potrete tranquillamente appoggiare i vostri attrezzi da cucina, gli spigoli del vostro top resteranno sempre più delicati rispetto a quelli di altri materiali, soprattutto se realizzato in spessori ridotti. Inoltre è sensibile ai graffi che anche se di lieve entità tendono ad essere visibili, così come le impronte e gli aloni.



.......




Il marmo, è una roccia naturale estratta in specifiche cave che vanta una storia antichissima. Lo si trova come materiale prediletto in sculture antichissime e viene tutt’ora ampiamente utilizzata per la produzione di opere monumentali, artistiche e di arredamento. Per le sue caratteristiche, il marmo ha un aspetto lo rende limpido, liscio con una vastissima gamma di colorazioni che lo rendono facilmente adattabile a diversi ambienti.

Proprio per questa caratteristica, è ampiamente utilizzato nei piani cucina, infatti si adatta a infinite possibilità e combinazioni di stili. Ogni lastra estratta è differente da un’altra e per questo assicura un'impagabile originalità. Un top in agglomerato garantisce anche che i cibi preparati su di esso non entrino in contatto con sostanze potenzialmente nocive e presenta tra i suoi vantaggi ottime caratteristiche di resistenza agli urti.

La pulizia del top in marmo è molto semplice, è necessario però non utilizzare prodotti chimici troppo aggressivi. Nella maggior parte dei casi è sufficiente utilizzare un prodotto delicato con sapone e acqua per eliminare qualsiasi tipo di macchia.

I piani di marmo risultano quindi più difficili da pulire e tendono a macchiarsi facilmente. Inoltre temono il caldo che può variare cromaticamente la loro superficie.

Il marmo regge bene gli urti, ma tende a graffiarsi facilmente.



........




I piani cucina in gres rappresentano la soluzione più innovativa e rientrano nella categoria delle pietre sintetiche. Da molto tempo il gres viene utilizzato per realizzare pavimenti ed esterni ed è un materiale davvero molto resistente. Inoltre, un top in ceramica ha il vantaggio di essere 100% naturale, quindi non rilascia sostanze nell’ambiente e può essere facilmente smaltito e reimpiegato in altri processi produttivi; il top in gres è inoltre completamente antibatterico.

Nello specifico il gres è un insieme di argille cotte ad altissime temperature di circa 1.200, 1.300 gradi che ottengono così grande consistenza e durezza e concedendogli molti punti a favore.

È resistente agli acidi e potete tranquillamente lavorare su questo top utilizzando limone o aceto, senza preoccuparvi di rovinare la superficie del materiale stesso. Un importantissima caratteristica è data dal fatto che si presenta in vaste colorazioni e texture, sia lucido che opaco. materico o liscio. Larga scelta di materiali quindi, che permette di incontrare i gusti più esigenti e diversi stili d'arredamento. (Come ad esempio la vasta collezione di lastre @Laminam)

Creato in lastre di grandezza importante, 160x320 cm, permettono di arredare senza l'utilizzo di troppe fughe o giunzioni.

Si tratta di un materiale durevole e resistente ai graffi, urti e sostanze chimiche ma non infallibile, infatti se utilizzato con superficie lucida è sensibile ai graffi e a scheggiature sui bordi soprattutto se di poco spessore.



.......




L’HPL è un laminato stratificato ad alto spessore (10-12mm) costituito da strati di fibre cellulosiche impregnate con resine e condensati ad alta pressione e calore tramite una pressatura industriale.

L’HPL è un materiale molto versatile ed utilizzatissimo in ogni campo, dal residenziale a ristoranti, bar, ospedali.

Si può avere colorato in massa con un centro nero o marrone, oppure Full Color con la stessa finitura della superficie, a costi superiori.

E' un meriale meno costoso rispetto alle pietre o alla ceramica e quindi alla portata di budget più contenuti.

Presenta infinite finiture e può simulare molto bene ogni tipo di legno, pietra, marmo e cemento, generando continuità di colore e aspetto anche con le ante e i pensili. Il top può avere spessore di 10 millimetri e anche con questo materiale si possono realizzare lavelli integrati completi o con fondo in acciaio.

Ricapitolando quindi i pro di questo materiale sono l'assoluta resistenza agli oli, la resistenza a temperature fino a 180° e l'assoluta impermeabilità all’acqua e al vapore. Presenta però anche alcuni svantaggi quali la scarsa durata dei prodotti di fascia bassa, è suscettibile ad infiltrazioni d’acqua e vapore in prossimità delle giunzioni, per i laminati semplici, scarsa resistenza ai calori oltre i 180° ed infine da tenere presente che detergenti, decalcificanti o pulitori contenenti acidi, così come detergenti per metalli o per il forno, possono danneggiare gravemente le superfici.



.......




Che SPESSORE scegliere per un piano cucina?


Lo spessore del piano di lavoro incide sulla sua durata di vita. In molti ritengono che 30 millimetri sia lo spessore ideale per i piani di lavoro in quarzo e granito. I piani di lavoro di 12 o 20 millimetri sono perfetti per il gres e mantengono una buona resistenza nel tempo.

Se il vostro budget è limitato e/o se cucinate poco, un piano di lavoro di 1 cm, in laminato o in legno invece che in pietra o granito, potrà fare al caso vostro. In questo caso, però, dovrete probabilmente sostituirlo dopo pochi anni perché difficilmente durerà quanto un top realizzato in un materiale di qualità superiore, come possono essere il granito, il quarzo, il marmo o la ceramica.


Anche l'occhio vuole la sua parte.... attenzione al DESIGN


Non meno importante nella scelta del piano cucina perfetto è lo stile ed il design del materiale. Il mercato, ad oggi, fortunatamente offre un ampia scelta in quest'ottica. I materiali che permettono un più spazio decisionale sono marmo e ceramica in quanto presente in vastissime finiture diverse, dalle più sobrie e monocromatiche alle finiture dal design più ricercato come marmo venato, onice e così via. Pensiamo al fatto che alcune lastre in marmo sono addirittura uniche e non più replicabili garantendo quindi un'originalità senza tempo.


Ora non ti resta che scegliere il piano cucina più adatto alle tue esigenze e se ancora hai dubbi o domande aggiuntive scrivici a info@toscadesign.it


#arredarecasa #casa #design #pianocucina #topcucina #toscadesign #interiordesign #marmo #vetro #granito #ceramica #pietraollare #hpl #laminato #ristrutturare #decor #home #homedesign #cucina #casamia #laminam #progettointerni #pietranaturale #pietrasintetica #arredamento #arredamentointerni #kitchen #kitchendesign #designinterni #interior






2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti